Revisionata l’età minima per l’accesso alle discipline tecnico–combinatorie a livello agonistico

Si comunica che il Ministero della Salute, in collaborazione con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, ha revisionato ed approvato le nuove tabelle per “età minima di accesso alla attività sportiva agonistica e nuove tipologie e periodicità delle visite di idoneità”.

Le nuove tabelle presentano una importante novità per il mondo del wushu kung fu italiano in quanto l’età minima per l’accesso all’attività sportiva agonistica delle discipline tecnico – combinatorie (taolu e kung fu tradizionale) viene anticipata da 13 a 10 anni.

Tale variazione permetterà una migliore tutela sanitaria dei nostri giovani atleti esordienti, oltre a permettere alla federazione di poter competere a livello internazionale in quella specifica fascia di età che nell’ultimo ventennio ha visto l’assenza forzata della stessa.

L’ottenimento di tale risultato permetterà al Consiglio Federale di iniziare delle riforme strutturali, già peraltro individuate, nei settori interessati, a partire già dalla modifica del regolamento sanitario.

Si coglie l’occasione per ringraziare il segretario generale, dott. Sebastiano Ettore Spoto, per il continuo lavoro svolto negli ultimi tre anni affinché tale risultato potesse realizzarsi.

CONDIVIDI